Posso donare sangue e plasma dopo il vaccino anti-Covid?

Con questo breve video rispondiamo a una domanda che in questi giorni si pongono in tanti.  Il vaccino anti-Covid non prevede alcuna preclusione alla donazione, ma solo una sospensione la cui durata dipende dal tipo di vaccino.

 

In quali casi invece è necessario sospendere la donazione dopo il vaccino?

Come da indicazioni del Centro Nazionale sangue i donatori che eseguono la vaccinazione anti-SARS-CoV-2 devono essere sospesi dalle donazioni :

– se vaccinati con vaccini ricombinanti (es: vaccini attualmente in uso PFIZER e MODERNA) o con virus inattivati, e se dopo la vaccinazione si è asintomatici, la sospensione dalla donazione è di 48 ore da ogni dose vaccinale.

In caso il donatore sviluppi sintomi dopo la somministrazione dei suddetti vaccini può essere accettato alla donazione dopo almeno 7 giorni dalla completa risoluzione dei sintomi.

-Nelle situazioni nelle quali al donatore sia stato somministrato il vaccino anti-Covid ASTRAZENECA, che utilizza il virus attenuato, la durata della sospensione della donazione è pari a 48 ore.

-Nelle situazioni nelle quali al donatore sia stato somministrato un vaccino anti-Covid di altra tipologia o di cui manchino o non si riescano a reperire sufficienti informazioni, i soggetti possono essere accettati alla donazione di sangue ed emocomponenti dopo almeno 4 settimane da ciascun episodio vaccinale.

I donatori sono pregati di specificare all’atto della prenotazione e/o presentazione per la donazione il nome del vaccino cui sono stati sottoposti.